OGGETTI di vita quotidiana e GAVETTE

Le “stanze” del Museo Virtuale NON sono una vetrina commerciale, ma solo un luogo virtuale per conoscere meglio la storia…Gli oggetti appartengono a vari collezionisti privati: desidero ringraziarli per avermi permesso di inserire le foto dei loro oggetti…

Vietata la riproduzione delle foto

Prima di mostrarvi la carrellata di foto, vorrei cominciare con un oggetto che ha una storia particolare..un bicchierino italiano ritrovato in zona Monte Croce Comelico dal signor G.B. che mi ha raccontato della particolarità dell’oggetto, caratterizzato da una serie di incisioni. Alcune rappresentano semplici disegni, altre sono scritte ben precise, tra cui la più importante: un nome e cognome. Non senza fatica il signor G.B. è riuscito a leggerle: “Cosinati o Cusinati Liberale” e il numero 55.

Facendo una breve ricerca mi sono accorta che nell’Albo Ministeriale dei caduti c’è un soldato di nome Cusinati Liberale, nato a San Biagio di Callalta, del 55° Regg. Fanteria, morto il 05/11/1915 nell’ospedale da campo n.231 per malattia. Troppe coincidenze per non ipotizzare che si tratti della stessa persona…Il 55° Fanteria, sino al 12 ottobre 1915, si trovava in zona Monte Piana, poi si spostò sull’Isonzo e fu in quelle zone che morì il Cusinati. Forse perse il bicchierino prima di spostarsi sull’altro fronte, perchè ferito o ammalato….

Bicchierino signor G.B. bisLe ricerche continuano…se qualcuno avesse ulteriori info, lo segnali…Ringrazio il signor G.B. per aver condiviso questa “testimonianza storica”…

Bicchierino signor G.B. particolare

Una serie di oggetti di uso quotidiano in trincea….

Foto1

Foto 1: gavetta di tipo rettangolare, utilizzata dall’esercito austriaco. Di gavette ne esistevano in alluminio smaltato o naturale. Nello zaino venivano custodite, assieme alle scatolette, anche bottigliette, cucchiai, forchette, coltelli, tabacco e altri piccoli oggetti personali. La gavetta e’ appoggiata sopra ad uno scalda rancio modello pieghevole.

Foto 2

Foto 2: gavetta e copri gavetta in ferro smaltato di tipo tondo, lanterna “Zugslanterne “  e lanterna da marcia che veniva montata sulla volata della canna del fucile tramite un apposito sostegno. Borraccia smaltata da 450 cc completa di gavettino; poteva essere portata a tracolla fuori dal tascapane oppure all’interno se sprovvista di tracolla.Vi era sempre stampato l’anno e la ditta di fabbricazione. La pipa, spesso in ceramica decorata, era una valida compagna per il fante nella solitudine della trincea.

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Foto 3-4-5 : Vari oggetti appartenuti al fante tedesco. Gavetta smaltata mod.1910, borraccia mod.1907, cucchiaio e forchetta pieghevoli e gavettino smaltato per bere. Anche il soldato tedesco spesso aveva come “passatempo” la pipa. In questa foto (3), pipa fine ‘800 da ufficiale. Fra l’oggettistica personale si potevano trovare questi bicchieri decorati, bottiglie di razione di vino e birra. Il libretto personale (foto 4) era custodito nella tasca interna della giacca, riportava tutti i dati personali del soldato, vaccinazioni e i vari spostamenti duranti gli anni di leva.

Foto 6

Foto 6: tazze in porcellana raffiguranti l’imperatore Francesco Giuseppe, il Kaiser Guglielmo, Hindenburg e il motto : “In treue Fest 1914-15” (“Nella fedeltà saldo”). Anche queste tazze, come i bicchieri in vetro erano usati probabilmente nei comandi di prima linea dagli ufficiali, anche se non si esclude l’utilizzo da parte dei soldati semplici.

Foto 7

Foto 7: forchetta e fibbia austriache ritrovate sul fronte dolomitico. La forchetta porta i segni della forza distruttiva di una probabile granata. Il calore dell’esplosione o il colpo violento subito l’hanno ridotta in quelle condizioni. La fibbia porta i segni di uscita di un proiettile; impossibile stabilire se il proiettile l’ha colpita ancora indossata dal soldato o a terra.

Gavette italiane, austriache, tedesche, americane, francesi, del Primo Conflitto Mondiale

Foto 1: gavetta Austriaca in lamiera stagnata completa di tazza in alluminio. Modello rettangolare.

Foto 2 e 3: gavetta Austriaca tronco-conica smaltata a fuoco.

Foto 4 e 5: gavetta Inglese.

Foto 6 – 7 e 8: gavetta americana in alluminio completa di sacca per il trasporto. All’interno vi erano il coltello e la forchetta.

Foto 9 e 10: gavetta tedesca mod.1910, smaltata. Completa di gavettino e kit forchetta e cucchiaio.

Foto 11 e 12: gavetta Francese mod.1852, completa di bicchierino.

Foto 13: gavetta italiana mod. 1896 in dotazione a tutti i Corpi, ad esclusione degli alpini. Era costruita in lamiera ed era completa di bicchierino e cucchiaio. Questa gavetta, ritrovata nel settembre del 2002 alle pendici del M.te Grappa, riporta punzonato il numero di matricola del soldato. Ricordiamo che era abitudine dei soldati incidere personalmente le gavette e gavettini con i propri nomi o quelle delle proprie fidanzate. Altri incidevano disegni floreali o inerenti alla guerra.

Foto 14: gavetta italiana mod.1872 in dotazione alle truppe alpine. La capacità di questa gavetta era il doppio di quella in dotazione alle altre truppe. Era completa di coperchio, gavettino e cucchiaio. Questa gavetta, ritrovata nell’estate del 1992 sul fronte dolomitico, riporta stampato su una placca di ottone il numero di matricola del soldato.

3 thoughts on “OGGETTI di vita quotidiana e GAVETTE

  1. michele mastrantonio says:

    spiegazioni scorrevoli, belle foto, indicazine dei vari modelli : un buon aiuto per storici e collezionisti; è un articolo la cui visione e lettura non può che far piacere.

  2. Arnaldo says:

    Salve..complimenti !!!! Io ho trovato stamattina una gavetta Italiana mod. 1896 ma invece che il numero di matricola cè scritto il nome del soldato…gavetta particolare ??
    Grazie Arnaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *